Laboratorio

Il Laboratorio è accreditato secondo UNI CEI EN ISO/IEC 17025 da ACCREDIA con n°0275 L a partire dall’anno 2000. Si occupa principalmente di prove per il controllo qualità dei prodotti in lega di alluminio verniciati, anodizzati e profilati a taglio termico per serramenti e facciate continue in lega di alluminio nonché dei prodotti in acciaio verniciati.

Essere un Laboratorio accreditato significa che ACCREDIA – L’Ente Italiano di Accreditamento – garantisce gli utenti sulla competenza tecnica, sulla indipendenza e sull’imparzialità del Laboratorio nella esecuzione delle prove accreditate (vedi elenco in revisione 24 sul sito ACCREDIA).

Il Laboratorio, avendo conseguito l’Accreditamento, soddisfa pertanto tutti i  requisiti della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 e del documento ACCREDIA RT-08:

– il personale addetto alle prove possiede adeguata esperienza e competenza tecnica;

– i metodi e le procedure di prova prevedono l’impiego di apparecchiature, impianti e  ambienti  conformi ai requisiti delle norme tecniche di riferimento;

– la qualità dei risultati è assicurata dall’impiego appropriato di apparecchiature regolarmente tarate e di campioni di riferimento certificati atti a garantire la riferibilità delle misure;

– la documentazione è conservata in condizioni di sicurezza e di riservatezza, garantendone la rintracciabilità. Il Laboratorio, oltre ad eseguire le  prove previste per la concessione dei marchi di qualità europei QUALICOAT, QUALICOAT (QUALIDECO), QUALANOD e QUALISTEELCOAT e del marchio nazionale QUALITHERM, esegue anche altre prove secondo capitolati specifici forniti dal cliente per i vari settori industriali (es. automobilistico, meccanico, ferroviario, elettrico, alimentare, ecc.)

L’elenco completo delle prove eseguite dal (accreditate e non) può essere consultato nella sezione “prove di laboratorio”.

Le apparecchiature

Il Laboratorio è dotato delle seguenti apparecchiature:

  • Quantometro OES per analisi chimica delle leghe di alluminio, in grado di analizzare anche campioni di piccole dimensioni
  • Spettrofotometro per superfici colorate (misure delle differenze di colore – spazio CIELAB)
  • Microscopio metallografico
  • Microdurometro / Durometro Vickers
  • Camere per prove di corrosione in nebbia salina neutra (NSS),  salina acetica (AASS) e cupro-salina acetica (CASS)
  • Camere per prove di corrosione Kesternich (umidostato con anidride solforosa)
  • Camere per prove di resistenza all’umidità – condensa continua (Single sided)
  • Camere per prove di resistenza all’umidità – atmosfera in acqua di condensa CH
  • Camere per prove di corrosione ciclica (es. per prodotti destinati al settore automobilistico)
  • Camere per prove di resistenza alla luce e di invecchiamento accelerato (con lampade allo xeno)
  • Camere per prove di invecchiamento accelerato QUV
  • Apparecchiature per prove meccaniche sui prodotti verniciati (piegatura, imbutitura, urto)
  • Apparecchiatura per controllare e registrare la temperatura dei forni di verniciatura
  • Misuratori di spessori di rivestimenti non conduttivi applicati su supporti non magnetici
  • Glossmetro per misure di brillantezza
  • Abrasimetro TABER
  • Abrasimetro per caduta di sabbia
  • Macchine per prove di caratterizzazione statica e di invecchiamento termomeccanico di profili metallici a taglio termico per serramenti

Il laboratorio è anche dotato di un impianto pilota di verniciatura a polveri, costituito da una cabina di verniciatura e da un forno di polimerizzazione, mediante il quale sono allestiti i pannelli di prova (in lega di alluminio e in acciaio) per l’omologazione dei prodotti vernicianti dei marchi di qualità QUALICOAT e QUALISTEELCOAT. Inoltre si eseguono prove per l’omologazione di sistemi di decorazione (polvere su polvere e sublimazione) secondo Specifiche QUALICOAT (QUALIDECO).

Prove di laboratorio

In questa sezione è possibile consultare l’elenco delle prove che il laboratorio esegue sui prodotti in lega di alluminio verniciati o anodizzati e sui prodotti in acciaio/acciaio zincato verniciati, con particolare riferimento alle Specifiche Tecniche dei rispettivi marchi di qualità europei QUALICOAT, QUALICOAT (QUALIDECO), QUALANOD e QUALISTEELCOAT e del marchio nazionale QUALITHERM.

Prove con sigillanti

Una particolare tecnologia impiegata in edilizia è quella delle facciate strutturali, realizzate mediante l’impiego di speciali sigillanti i quali, oltre alla funzione di incollaggio della parte vetrata con i profilati, anodizzati o verniciati, lavorano anche come struttura portante.

La parte vetrata è sostenuta dal sigillante strutturale su cui trasmette tutte le sollecitazioni meccaniche. Si può comprendere l’importanza che riveste il grado di adesività tra superficie verniciata (o anodizzata) e il sigillante siliconico. I criteri di scelta e di collaudo messi a punto pertanto sono, e devono essere, severissimi e continui.

Il mercato dell’edilizia, dal momento in cui l’impiego delle vernici in polvere ha avuto il suo inizio, è caratterizzato da una continua evoluzione delle caratteristiche della superficie verniciata ottenuta con l’introduzione di nuove formulazioni di prodotti vernicianti. La valutazione di questi nuovi prodotti, sulla base della normativa estistente per applicazioni architettoniche in edilizia, non include l’adesività con i sigillanti strutturali.

Da qui l’esigenza e l’importanza di poter valutare il grado di adesività preliminarmente quando queste finiture vengono sottoposte alle prove iniziali di qualificazione del prodotto verniciante. Queste indicazioni preliminari sull’adesività tra sigillante strutturale e superficie verniciata ottenute in maniera sistematica aiutano anche il progettista e l’utilizzatore ad una prima scelta di finiture.

Il QUALITAL ha messo a punto una procedura mediante la quale attestare che uno specifico prodotto verniciante abbia caratteristiche di adesività con uno specifico sigillante strutturale che siano conformi a determinati requisiti.

Procedura per qualificare l’adesività di sigillanti di tipo strutturale su supporti verniciati.